Come molti di Voi sapranno, sono una persona che viaggia molto, e quindi ho visto tante città, ma la magia che ho trovato a Praga, non l’ho trovata da nessuna parte.
Praga (Praha) fù fondata dalla principessa Libuše, una donna (che secondo le leggende) di una grande bellezza e con poteri magici. Il cuore della vecchia città coincide oggi con la zona in cui sorge il Castello.
Le leggende che raccontano la magia di Praga sono tante, ma senza dubbio, una delle più famose è quella con Rabbino Loew e del suo Golem; oppure quella delle statue del Ponte Carlo e dei Bambini di Kampa.

Praga non è una città lineare come New York, né si espande, come Parigi, in cerchi concentrici. In molte Sue parti è simile a un labirinto, tanto da aver ispirato, con questa immagine topica, letteratura e poesia.

Richard Burton

Praga oggi è senza dubbio una delle capitali europee più belle da visitare, grazie ai suoi monumenti ricchi di storia e bellezza; è una città accogliente, sicura e a misura di turista, proprio per questo molto viva durante la notte.
In generale i prezzi e il costo della vita sono molto accessibili, per questo vi consiglio di visitarla se non l’avete ancora fatto!!!

Qui di seguito la mia “classifica” sulle 10 cose da vedere a Praga.

Il castello di Praga

Il castello troneggia su Praga, dall’alto della sua collina; simbolo di potere, nel passato considerato inaccessibile per via delle Sue protezioni. Tra le vie che vi conducono senza dubbio, la splendida e faticosa Via Nerudova. All’interno del castello, possiamo trovare la Cattedrale di San Vito e il Vicolo D’Oro, il primo simbolo della chiesa ceca e il secondo il “covo” degli alchimisti.

La città vecchia (Staré MĚsto)

Fu distrutta nel 1541 da un incendio. Successivamente, per la ricostruzione, furono incaricati degli architetti italiani, che introdussero lo stile barocco che si può vedere ancora oggi. Da allora ad ora il tempo sembra essersi fermato in questo quartiere, cosa che lo rende ancora più unico e magico. Malá Strana è un quartiere pieno di stradine, piazzette e palazzi in stile barocco. Al centro del quartiere vi è la chiesa di San Nicola. Dalle stradine di può scorgere maestoso il Castello.

La cattedrale di San Vito (Chram svateho Vita)

Accanto al Castello, vi è la Cattedrale di San Vito. La cattedrale in stile gotico, è una delle più grandi d’europa (lunga 124 metri circa, larga 60 e alta 33). Il suo interno è imponente, unico, slanciato verso l’alto. Degna di nota, la cappella di San Venceslao, la cripta sotterranea che conteneva i sepolcri dei Re Boemi.

Il ponte Carlo (Karluv Most)

Il ponte Carlo (in ceco Karlův most) è uno dei ponti sulla Moldava, nel dettaglio collega la Città Vecchia al quartiere di Malá Strana: è senza dubbio uno dei monumenti più famosi di Praga. Misura 515 metri di lunghezza e 20 metri di larghezza. Il ponte è una delle più grandi attrazioni turistiche della città, ed è molto frequentato dagli artisti di strada, dai musicisti e dai venditori di “souvenir” durante tutto l’anno.

Lo Josefov (il Ghetto Ebraico di Praga)

Lo Josefov, il ghetto ebraico di Praga, a pochi passi dalla Piazza della Città Vecchia, in cui gli ebrei della città hanno vissuto dal 900 al 1708. Qui sono vissuti il Rabbino Low e il suo leggendario GolemFranz Kafka e 77.279 ebrei cechi e moldavi massacrati dai nazisti.

La casa danzante

Questo edificio unico al mondo, è dedicato alla grande coppia del ballo formata da Ginger Rogers e Fred Astaire. Fù progettato e realizzato dall’architetto Frank Owen Gehry (architetto canadese); La struttura è formata da due palazzi che sembrano una coppia di danzatori. Uno dei palazzi si protende verso l’altro, che immobile aspetta l’abbraccio dell’altro.

Old Town Square

La Staroměstské náměstí (Piazza della Città Vecchia) è una piazza di Praga, che si trova proprio nella Città Vecchia (a mio avviso è la piazza più importante e trafficata della città). Oggi la piazza è uno dei luoghi turistici più importanti di Praga. Infatti su di essa si affacciano numerosi edifici importanti: la Chiesa di San Nicola, Palazzo Kinský, il Municipio della Città Vecchia con il suo famoso orologio astronomico, la Chiesa di Santa Maria di Týn, la Casa alla campana di pietra è in stile gotico. Al centro della piazza si trova il monumento dedicato a Jan Hus.

L'orologio astronomico
L’Orologio Astronomico di Praga, in ceco Staroměstský Orloj (Orologio della città vecchia), è un orologio astronomico medioevale situato nel cuore della città vecchia. L’orologio è montato sul lato sud del municipio della Città Vecchia, nella Piazza della Città Vecchia ed è una delle più importanti attrazioni turistiche della città.
Il piccolo quartiere (Malà Strana)

Malá Strana (in italiano Piccolo lato, spesso chiamato ‘Piccolo Quartiere’) o più ufficialmente Menší město pražské. Il suo nome non ufficiale (Malá Strana) sta in opposizione al lato maggiore del centro storico, della città di Praga, capitale della Repubblica Ceca. Il Piccolo lato è abitato da una popolazione di 6.445 praghesi. Malá Strana è adiacente a Hradčany, che circonda il Castello di Praga. Il suo centro è la piazza Malostranské náměstí su cui si affaccia la chiesa di San Nicola (Kostel svatého Mikuláše).

Piazza Venceslao

La piazza di San Venceslao è un viale di Praga, nel quartiere di Nové Město. La piazza è una delle maggiori attrazioni turistiche della capitale ceca. La piazza è conosciuta perché divenuta luogo di memoria il 16 gennaio 1969, quando vi si diede fuoco Jan Palach, studente universitario di filosofia, in segno di protesta contro l’invasione dei carri armati sovietici il 21 agosto 1968, tesa a mettere fine a quel movimento politico riformista noto con il nome di Primavera di Praga.

Luciano Blancato

Luciano Blancato

Classe ’81. Vivo in Sicilia e nella vita sono un IT Manager. Tra le mie passioni vi sono internet e il viaggiare, per questi motivi da qualche tempo sono stato definito anche Travel Blogger, influencer e fotografo.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.