atenecompagnie aereegreciaviaggivueling

Atene – Grecia – 2014

By 27 Settembre 2014 Ottobre 28th, 2019 No Comments

Atene è un comune greco di 655.780 abitanti, capitale della Repubblica Ellenica, capoluogo dell’unità periferica di Atene Centrale e della periferia dell’Attica.

Il comune di Atene, stricto sensu, ha una superficie di 39 km², ma l’area metropolitana intesa come Grande Atene ha una estensione di 412 km² con 4.013.368 abitanti, ed è così la settima conurbazione più grande dell’Unione europea, e la quinta capitale più popolosa dell’Unione.

Atene è una metropoli cosmopolita ed è il centro economico, finanziario, industriale e culturale della Grecia, e ha una notevole importanza a livello europeo, ma anche mondiale. Nel 2008 è stata classificata come la trentaduesima città più ricca del mondo per potere d’acquisto e come la venticinquesima più costosa in una ricerca effettuata dalla società svizzera UBS.

È nota in tutto il mondo per la nascita della democrazia, per essere stata la sede dell’accademia di Platone e del liceo di Aristotele, oltre che aver dato i natali a Socrate, Pericle, Sofocle e molti altri filosofi e personaggi importanti dell’antichità. Tra le città più antiche del mondo, è stata una fiorente Polis ed è considerata la culla della civiltà occidentale. Nel XXI secolo è stata al centro dell’attenzione di tutto il mondo per aver organizzato con successo i Giochi della XXVIII Olimpiade nel 2004 e per l’inaugurazione del Nuovo Museo dell’Acropoli nel 2009, che ha riaperto il dibattito riguardante i Marmi del Partenone.

Tradizionalmente la protettrice della città è la dea Atena, raffigurata sia sullo stemma che sulla bandiera della città.

Atene - 2014 - 022

Geografia fisica

La capitale sorge su una pianura al centro dell’Attica e costituisce un’unica conurbazione con il Pireo e i comuni dell’omonima prefettura. Nella conurbazione Atene-Pireo vivono più di 4.000.000 di persone, ossia grossomodo il 35 per cento degli abitanti di tutta la Grecia (che sono 11.216.708 secondo il censimento del 2008).

La città si estende dalle pendici del monte Parnitha, dove si trovano i cosiddetti sobborghi settentrionali, i più famosi dei quali sono Kifisia e Marousi, fino alla costa, dove si trova il porto del Pireo e i sobborghi meridionali come Glyfada e Palaio Faliro.

Atene - 2014 - 057

Clima

Atene presenta un clima mediterraneo arido (Köppen: Csa), con estati calde, secche e soleggiate, inverni miti e scarse precipitazioni concentrate in quest’ultima stagione. È una delle città d’Europa con il maggior numero di giorni di sole all’anno, visto che si possono contare in media 179 giorni durante i quali il sole non è coperto da nuvole nemmeno in un istante, e altri 157 durante i quali il sole è coperto da nuvole solo per mezz’ora.

Le temperature medie del mese più freddo (gennaio) si aggirano sui 9 °C, mentre nel mese più caldo (luglio) sui 27-28 °C. In inverno non sono comunque rari gli afflussi di aria fredda proveniente dall’est europeo che abbassano la temperatura di parecchi gradi portando in alcuni casi a precipitazioni nevose. Sono da ricordare, al riguardo, le tempeste di neve del febbraio 1992, del gennaio 2002, del febbraio 2004 e del febbraio 2008, particolarmente abbondanti. Per contro, in estate Atene deve sopportare temperature massime che superano spesso i 34 °C, per la mancanza del Meltemi, vento apportatore di aria fresca che interessa invece abbondantemente le isole egee.

La temperatura effettiva percepita è però minore di quella di altre città d’Europa per il basso tasso d’umidità. Nei mesi estivi le precipitazioni si possono fare davvero molto rare: pertanto i mesi ideali per visitare la città sono quelli di aprile, maggio, o settembre e ottobre. Ad ottobre-novembre ricomincia a piovere dappertutto e le precipitazioni massime si hanno a dicembre, gennaio e febbraio: ma Atene, essendo notevolmente riparata dalla catena montuosa del Pindo, non riceve neppure la metà dei quantitativi annui del versante occidentale ionico, molto più verdeggiante. Infatti mentre qui le precipitazioni medie annuali si aggirano sui 350–400 mm, a Corfù si superano spesso i 1000–1200 mm. Atene risulta pertanto, insieme a Madrid, una delle città più aride d’Europa.

Il passaggio delle stagioni è comunque molto presente anche nelle variazioni a livello della vegetazione: da metà marzo ad inizio maggio c’è un’intensa fioritura in tutte le zone circostanti, e in generale in tutta la provincia dell’Attica, la regione di Atene. Gli stessi fiori iniziano ad appassire non appena cambiano le condizioni climatiche, ovvero a metà maggio. La temperatura più alta mai registrata è 48 °C ad Eleusi, cittadina a qualche km da Atene, mentre la più bassa è -10,1 °C, all’Osservatorio Nazionale di Atene.

Atene - 2014 - 047

Isola urbana di calore di Atene

La città di Atene è affetta da un forte effetto isola di calore causato dall’attività umana, che eleva le sue temperature al confronto con le aree rurali circostanti, con effetti negativi sull’uso di energia, sulle spese per il raffreddamento, e sulla salute e il benessere umani. È stata riscontrata la responsabilità dell’isola di calore di Atene anche rispetto ad alterazioni delle serie storiche climatologiche di alcune stazioni meteorologiche ateniesi quali Thiseio (Osservatorio Nazionale di Atene), Nea Philadelphia (HNMS) e Hellinikon (HNMS) a causa del suo effetto di innalzamento delle temperature da esse registrate rispetto alle vicine zone rurali.

 

Storia

La città di Atene è stata abitata continuamente per più di 3000 anni. Popolazioni vi si erano insediate già dal Neolitico intorno al 3500 a.C., ma fu in età micenea che la città iniziò a fiorire. In età classica, nel quinto secolo a.C., Atene diventò la città più importante del mondo greco, raggiungendo importanti traguardi in ambito culturale, tanto da porre le basi della civiltà occidentale. Negli anni della tarda antichità la città visse un declino, seguito da un recupero in età bizantina (IX-X secolo), ed è stata relativamente prosperosa durante le Crociate, anche grazie al commercio delle Repubbliche marinare italiane.

 Atene - 2014 - 052

Dopo un lungo periodo di declino sotto il dominio dell’Impero Ottomano, Atene riemerse nel diciannovesimo secolo come capitale del neonato Stato greco, e nel 1896 ospitò la prima edizione dei Giochi olimpici moderni. Nel 1920 e negli anni seguenti Atene assorbì un numero cospicuo di rifugiati greci espulsi dall’Asia minore in seguito alla Guerra greco-turca (1919-1922); nonostante ciò fu soprattutto dopo la Seconda guerra mondiale, e in particolare negli anni 1950 e 1960, che ci fu un vero e proprio boom demografico, con la città che raggiunse notevoli dimensioni espandendosi gradualmente in ogni direzione.

Negli anni 1980 divenne evidente che lo smog prodotto dalle fabbriche e da un crescente numero di automobili, nonché la notevole densità di popolazione, rappresentavano un importante problema da risolvere. Una serie di decisioni contro l’inquinamento furono prese dalle autorità negli anni novanta, insieme a un notevole ampliamento e miglioramento delle infrastrutture cittadine (costruzione di nuove tangenziali e autostrade, ampliamento della rete di metropolitana, e il nuovo aeroporto internazionale), con un considerevole miglioramento delle condizioni atmosferiche e rendendo Atene una città molto più funzionale.

Nel 2004 la città ha organizzato con successo i Giochi della XXVIII Olimpiade.

Atene - 2014 - 084

Origini di Atene nel mito

La storia degli Ateniesi comincia con un mito. Gli abitanti di Atene, come la maggioranza delle persone di tutto il mondo e di tutti i tempi, affidano le proprie origini storiche a situazioni molto simili alle favole; ma non si trattava del tutto di storie inventate: erano verità deformate e remote, di fatto irrecuperabili, trasmesse di generazione in generazione per mezzo di canti e balli. Ciò è raccontato in parte attraverso le statue del frontone orientale del Partenone.

In queste leggende l’origine di tutto era una dea, che in principio formava un tutt’uno con la città che creò, e dalla quale prende il nome: Atena. È un nome greco molto antico. Un’altra versione del mito che spiega l’origine del nome di questa città, non designa Atena come fondatrice, ma solo come la dea che le diede il proprio nome e ne diventò la protettrice. Il mito racconta che, quando la città che sarebbe poi divenuta Atene era stata appena fondata, il Fato aveva stabilito che sarebbe diventata ricca, prospera e la più potente di tutta la Grecia. Atena decise, quindi, di prenderla sotto la sua custodia. Tuttavia, anche Poseidone la voleva sotto la sua protezione, poiché la cittadina era molto vicina al mare.

Atena e Poseidone entrarono in conflitto, perché nessuno dei due voleva concedere la giovane città all’altro; neppure Zeus riuscì a metterli d’accordo. Così Atena propose di lasciar decidere ai cittadini chi ne avrebbe preso la custodia. Atena e Poseidone riunirono il popolo della città sull’Acropoli e dissero che ciascuno dei due avrebbe concesso un dono: il regalo giudicato migliore avrebbe fatto vincere la rispettiva divinità. Poseidone fece comparire un magnifico cavallo, mentre Atena fece nascere dal terreno un ulivo. A quel punto dalla folla si fece avanti uno degli anziani più autorevoli affermando che entrambi i doni erano degni di essere scelti e avevano un significato: il cavallo rappresentava la forza, il coraggio, la guerra, mentre l’ulivo la prudenza, la serenità, la pace.

L’anziano disse anche che la guerra poteva portare ricchezze, potere, ma era incerta; invece la pace, anche se i beni che concedeva erano meno vistosi, erano anche più sicuri e duraturi. Tutti concordarono con le parole dell’anziano e scelsero il dono di Atena, che diede infine il suo nome alla città. Dopo la decisione i cittadini promisero a Poseidone che avrebbero innalzato un tempio anche per lui e gli avrebbero concesso i sacrifici dovuti, per mantenere il suo favore: infatti, Atene si trovava poco distante dal mare, e quest’ultimo sarebbe divenuto il fulcro della sua civiltà.

Sotto la protezione di Atena, dea della saggezza, Atene diventò una città fiorente, abile anche nelle guerre, per l’intelligenza e per l’attento uso della tattica dei suoi comandanti. Finché Atene mantenne i valori della prudenza, della diplomazia, della pace, visse senza problemi: quando li abbandonò, decadde e venne assoggettata.

Atene sarebbe stata fondata dal leggendario Cecrope, che era un mezzo uomo e mezzo serpente. Il mito lo considera primo re di Atene.

Atene - 2014 - 066

Monumenti e luoghi d’interesse

  • Acropoli
  • Tempio di Efesto
  • Tempio di Zeus Olimpo
  • Area archeologica dell’agorà antica con annesso museo
    • Stoà di Attalo
    • Odeon di Agrippa
  • Area archeologica dell’agorà romana
    • Biblioteca di Adriano.
    • Torre dei Venti
  • Area archeologica del Teatro di Dioniso
  • Odeon di Erode Attico
  • Area archeologica del Ceramico
  • Zappeion
  • Areopago
  • Pnika
  • Arco di Adriano
  • Museo archeologico nazionale
  • Museo dell’Acropoli
  • Esposizioni archeologiche di Syntagma, Panepistimio, Evangelismos e Dafni, nelle omonime stazioni della metropolitana
  • Museo Benaki della civiltà greca con annessa ricchissima biblioteca
  • Museo Benaki di arte e civiltà islamica
  • Museo Benaki (nuova sede) di via Pireos, sede di mostre specializzate di architettura moderna
  • Museo Benaki – Pinacoteca Chatzikyriakou-Gkika di via Kriezotou (Syntagma), dedicato alla generazione artistica degli anni trenta, con annessa biblioteca
  • Museo bizantino e cristiano
  • Museo di arte cicladica
  • Museo della guerra
  • Museo numismatico ospitato nell’Iliou Melathron, la residenza ateniese di Heinrich Schliemann, lo scopritore di Troia e di Micene.
  • Hellenic Motor Museum, inaugurato nel marzo 2011, si trova in Via Ioulianou 33. Si tratta di un museo dell’automobile.[30]
  • Pinacoteca nazionale
  • Pinacoteca civica
  • Museo storico nazionale
  • Museo della città
  • Museo di arte popolare
  • Museo dell’infanzia
  • Museo archeologico del Pireo
  • Museo Frisiras di arte contemporanea, dedicato alla pittura e scultura antropocentrica
  • Primo cimitero di Atene una gliptoteca a cielo aperto con opere dei massimi scultori greci del diciannovesimo e ventesimo secolo
  • Museo di antropologia dell’Università di Atene
  • Gliptoteca di Goudi
  • Fondazione Deste di arte contemporanea
  • Planetario Evghenidio, uno dei maggiori del mondo
  • Centro Ellinikos Kosmos presenta proiezioni interattive e tridimensionali dedicate al mondo antico greco e romano.
  • Biblioteca Ghennadios
  • Trilogia neoclassica: Biblioteca nazionale, Università, Accademia nazionale su via Panepistimiou
  • Teatro nazionale della Grecia
  • Cattedrale metropolitana dell’Annunciazione
  • Quartiere della Plaka
  • Quartiere di Thisio
  • Giardino nazionale di Atene
Percorsi nell’architettura moderna
  • Sede dell’ambasciata statunitense, di Walter Gropius
  • Nuova sede della Banca nazionale della Grecia, di Mario Botta e associati
  • Nuova sede della Ethniki Asfalistiki, di Mario Botta e associati
  • OAKA, centro olimpico di Atene, di Santiago Calatrava
  • Sovrappasso stazione metropolitana Katehaki, di Santiago Calatrava
  • Sede del Centro nazionale delle ricerche, di Konstantinos Doxiadis
  • Sede dello “Studio Doxiadis”, di Konstantinos Doxiadis
  • Chiesa di San Demetrio alla Pnice, di Dimitris Pikionis
  • Zona archeologica della Pnice e di Filopappo, di Dimitris Pikionis
  • Museo dell’acropoli di Atene, di Bernard Tschumi
  • Ex aeroporto orientale di Elliniko (diventato in seguito polo fieristico di Elliniko), di Eero Saarinen
  • Succursale della Banca di Grecia in Odos Amerikis, di Alexandros Tobazis
  • Sede della Alpha Bank in Odos Stadiou, di Alexandros Tobazis
  • Impianto olimpico nel sobborgo di Galatsi, di Alexandros Tobazis
  • Sede del gruppo bancario Eurobank, di Sir Basil Spence
  • Interessanti gli edifici in stile modernistico (ispirato al movimento Bauhaus) sparsi in tutto il centro di Atene e in particolare nelle zone di Kypseli, Exarchia, Kolonaki e Patisia, costruiti dalla fine degli anni venti fino a tutti gli anni trenta, che richiamano gli analoghi edifici Bauhaus di Tel Aviv.

Atene - 2014 - 128

Cultura antica

Il periodo che va dalla fine delle Guerre persiane alla conquista della Macedonia segna l’acme di Atene come centro della letteratura, della filosofia e dell’arte.

Alcune delle più importanti figure della storia culturale ed intellettuale dell’Occidente vissero ad Atene in quello stesso periodo, come i tragediografi Eschilo, Sofocle ed Euripide, il commediografo Aristofane, i filosofi Socrate,Platone ed Aristotele, gli storici Erodoto, Tucidide e Senofonte, il poeta Simonide e lo scultore Fidia. Come ebbe ad affermare lo stesso Pericle, Atene divenne “la scuola dell’Ellade”.

Istruzione

Atene è il centro culturale della Grecia. Essa ospita la maggior parte delle imprese editoriali greche e la maggior parte dei mezzi di comunicazione radiofonica e televisiva, tra cui due reti della televisione di Stato ERT (esiste anche una terza rete, su base regionale, che ha sede a Salonicco). Ospita inoltre diverse università statali, alcuni college privati, molte biblioteche, e vari teatri.

Università

Ad Atene sono presenti le seguenti università statali:

  • Università nazionale capodistriana di Atene (la prima università della Grecia liberata dalla dominazione turca, fondata nel 1837);
  • Università tecnica nazionale di Atene, chiamato anche Politecnico Metsovio, importante polo per l’ingegneria;
  • Università di scienze sociali Pantio;
  • Università di economia e commercio di Atene;
  • Università del Pireo;
  • Accademia di belle arti;
  • Scuola nazionale di amministrazione pubblica;
  • Accademia agraria di Atene con annesso l’importante orto botanico.

Data la sua importanza storica, ad Atene si trovano anche numerose scuole archeologiche straniere, le più importanti delle quali sono la Scuola archeologica tedesca, la Scuola archeologica francese, la Scuola archeologica inglese, la Scuola archeologica americana e la Scuola archeologica italiana. Grande importanza rivestono anche l’Accademia di Atene, che dispone di numerosi laboratori scientifici e biblioteche, il Centro nazionale delle ricerche (ospitato nella sede progettata dall’architetto Doxiadis) e il Centro per le ricerche nucleari “Democrito”.

Atene - 2014 - 103

Biblioteche

Le maggiori biblioteche cittadine sono:

  • Biblioteca del Parlamento,
  • Biblioteca Ghennadios (annessa alla Scuola americana di studi classici di Atene)
  • Biblioteca nazionale (entro il 2015 è previsto il trasferimento nella nuova sede progettata dall’architetto Renzo Piano)
  • Biblioteca del Centro nazionale delle ricerche
  • Biblioteca del Comune di Atene
  • Biblioteca del Museo Benaki
  • Biblioteca musicale Lilian Buduri (Megaro Musikis)
  • Biblioteca dell’arte presso la Pinacoteca Nazionale
  • Biblioteca della civiltà bizantina presso il Museo Bizantino e Cristiano

Altre biblioteche sono annesse alle summenzionate istituzioni scientifiche e agli Istituti culturali stranieri presenti in città. Sparse nei vari sobborghi inoltre sono attive numerose biblioteche comunali. Da segnalare la Biblioteca dei ragazzi attiva nel sobborgo di Chalandri.

Teatri nazionali

Altre importanti istituzioni culturali sono:

  • Teatro nazionale, fondato nel 1880
  • Opera nazionale ellenica (entro il 2015 è previsto il trasferimento nella nuova sede progettata dall’architetto Renzo Piano)
  • Auditorium Megaro Mousikis, conosciuto anche come Athens Concert Hall, con varie sale, la più grande con 1961 posti
  • Casa della Cultura e delle Arti della Fondazione “Onassis”
  • Planetario di Atene

Atene - 2014 - 116

Musei

Ad Atene sono presenti decine di musei riguardanti tutte le epoche storiche, dalla preistoria fino alle gallerie d’arte moderna. I più famosi e visitati dal turismo internazionale sono:

  • Museo archeologico nazionale
  • Museo dell’Acropoli
  • Museo bizantino
  • Museo numismatico

Nel marzo 2014 aprirà i battenti la nuova sede del museo d’arte contemporanea, il National Museum of Contemporary Art, in Syngrou Avenue, nell’edificio rinnovato dello storico birrificio Fix.

 

 


Qui di seguito l’intera gallery su Atene


No Images.
Please upload images in images manager section. Click on Manage Images button on the right side of the gallery settings.
Please make sure that you didn't enabled option: Images of the Current Gallery. Option should have Show value to show images.

Luciano Blancato

Luciano Blancato

Catanese d'adozione ma siciliano DOC. Adoro viaggiare ✈, fotografare 📸 e condividere tutto quello che vedo sui miei canali social! Vivo in Sicilia e nella vita sono un Information Technology Manager 🖥. Il mio blog? Un posto diversi da tanti altri. Travel Blogger per necessità! 🙂 Influencer per gioco! 😀

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.