ViniMilo 2017 – 37a Edizione

Share

TANTE NOVITA’ ALL’INSEGNA DELLA QUALITA’

Un vero melting pot il programma che aspetta il pubblico della ViniMilo 2017. Intorno al focus sempre acceso sul vino, un gran numero di attività coinvolgerà infatti i visitatori della ormai storica manifestazione che prenderà il via il 25 agosto alle ore 17 presso l’Azienda Barone di Villagrande con la presentazione alla stampa, per concludersi il 10 settembre. L’obiettivo della prossima edizione è un restyling che, con la formula di eventi-laboratorio, accenda i riflettori su aspetti del vino e del cibo spesso tralasciati: la qualità piuttosto che la quantità, le tradizioni invece che le massificazioni, le produzioni piccole più che le intensive.

Innanzitutto questa edizione non si svolgerà solamente nel centro urbano ma sarà ospitata anche nelle cantine di Milo e saranno proprio i produttori milesi i tutor dei vari momenti culturali.

Gli eventi più significativi della ViniMilo 2017:

Apre il fitto carnet di appuntamenti l’ormai consueto “Gran Galà della ViniMilo” arrivato alla 4a edizione. L’Osteria i 4 Archi di Milo quest’anno ospita il ristorante dell’Hotel Eolian di Capo Milazzo. Insieme ci condurranno alla scoperta dei sapori tradizionali in abbinamento con le cantine emergenti del territorio etneo.

 “Etna Bianco (è) Superiore”, una serata rigorosamente in bianco. Ci sono diverse uve bianche nei vigneti dell’Etna ma solamente il Carricante di Milo può fregiarsi della denominazione “Superiore”. L’incontro metterà a confronto non solo i territori ma anche le cultivar.

“Straordinario”, cibo da strada “fuori dal comune”. In cantina dal Barone di Villagrande, 15 chef, 15 produttori di cibi d’eccellenza da tutta la Sicilia, 15 cantine del territorio etneo daranno vita ad una grande festa di creatività e tradizione.

 “L’Etna e i territori dei grandi Bianchi ”, un momento di riflessione sulle potenzialità del vigneto etneo, una piacevole degustazione che sarà rigorosa dal punto di vista tecnico, ma nello stesso tempo giocosa e ricca di spunti per valutare il futuro dei vini prodotti con il Carricante.

“I vini vulcanici”, una passerella importante dei vini prodotti nelle aeree vulcaniche dell’Italia. I “terroir”, le peculiarità minerali dei vari suoli, le caratteristiche ampelografiche, i vitigni autoctoni e la sapienza del fare che ogni ambiente ha sviluppato, saranno “degustati” alla ricerca dei caratteri comuni e di ciò che rende unici questi vini.

“Etna 10 anni fa”, una degustazione guidata dei vini etnei provenienti dalla vendemmia 2007 e prodotti esclusivamente con i vitigni autoctoni dell’Etna: Carricante, Minnella, Vesparola, Grecanico, Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio.

L’Enoteca letteraria con laboratori e degustazioni guidate sarà ospitata in un ambiente rilassato e accogliente dove si potranno trascorrere serate piacevoli tra libri, chiacchiere, calici, cibo di qualità e jazz.

Seminari, work shop, incontri su biodiversità e nuove frontiere della viticoltura, cui parteciperanno docenti, ricercatori ed esperti del settore, faranno da cornice alla ViniMilo. L’attenzione   sarà focalizzata sulla viticoltura etnea tra innovazione e tradizione, sulle Strade del vino come strumento di promozione per il vigneto Italia, sui nodi  problematici  di marchio, etichetta  e marketing nella diffusione delle eccellenze agroalimentari siciliane.

Un percorso di cibo di strada isolano, che si snoderà per le vie di Milo, animerà le serate dei due weekend di settembre.

E per la prima volta, su tutta la manifestazione saranno costantemente accesi i riflettori dei social  perché i fan non  perdano neanche un attimo della Vinimilo 2017, con news, cronache e aggiornamenti: basta cercare ViniMilo su Facebook, Instagram, Twitter e You Tube.

Ecco la brochure dell’evento programma PDF

Qui di seguito la gallery dell’evento

10 cose da vedere a Taormina

Share

Taormina è senza dubbio una delle città più turistiche e belle della Sicilia orientale. Durante gli anni con la sua bellezza a strapiombo sul mare e la vista stull’Etna, ha stregato poeti e scrittori. Qui di seguito 10 cose da vedere se si visita la città:

  1. Il teatro greco.
  2. Il duomo di Taormina.
  3. Corso Umberto I.
  4. Isola Bella.
  5. Piazza IX Aprile.
  6. Porta Messina.
  7. Porta Catania.
  8. Palazzo Corvaja.
  9. Palazzo Santo Stefano.
  10. Santuario Madonna della Rocca

Qui di seguito una piccola gallery con le foto della città!

20 cose da fare ad AMSTERDAM

Share

Senza dubbio Amsterdam offre tanto da vedere, non solo coffee shops, Van Gogh e il quartiere a luci rosse…. 🙂

Ecco quindi un elenco di cose da fare:

  1. Senza dubbio affittare una bici e fare una passeggiata per la città!
  2. Visitare la casa di Anna Frank.
  3. Passeggiare per i canali
  4. Visitare il Museo Van Gogh.
  5. Visitare il quartiere a luci rosse.
  6. Visitare il mercato di Cuypmarket.
  7. Visitare il Palazzo reale di Amsterdam.
  8. Provare i formaggi olandesi.
  9. Visitare il mercato dei Fiori (Bloemenmarkt).
  10. Mangiare un mega cono di patatine fritte gironzolando per le vie del centro.
  11. Visitare la Biblioteca di Amstedam (Openbare Bibliotheek).
  12. Visitare il Museo di Amsterdam.
  13. Visitare il Scheepvaartmuseum, il museo marittimo.
  14. Noleggiare una barca e navigare per i canali.
  15. Svuotare una panetteria Olandese!!! 🙂
  16. Degustare una o più birre locali.
  17. Acquistare i famosi bulbi di Tulipano.
  18. fare entra ed esci dai Coffee Shop.
  19. Visitare il cortile delle Beghine.
  20. Visitare Vondelpark e assistere ad un concerto.

Naturalmente queste sono solo alcune delle cose che si possono fare in questa splendida città! Qui di sotto la mia gallery relativa ad Amsterdam… chissà che qualche foto non ti ispiri ad andare! 🙂

 

20 cose da fare a LONDON! <3

Share

Senza dubbio è una delle capitali europee più gettonate. Ma puoi dire di esser stato a Londra, solo dopo che hai fatto….

  1. Prendere la Tube (metropolitana) e salire scendere senza senso, giusto per il gusto di vedere le stazioni.
  2. Fare una passeggiata a a Portobello Road e perdersi tra le case colorate.
  3. Bere una birra al pub Princess Louise.
  4. Fare un pic-nic in uno dei verdi parchi di Londra: Hyde Park, Green Park, Queen’s Park, Regent’s Park, Richmond Park
  5. Passare una serata nelle Proud Galleries di Camden Town e ascoltare musica live.
  6. Mangiare almeno un cupcake kitsch e colorato.
  7. Passeggia tra Covent Garden, Soho e Piccadilly Circus
  8. Fermarsi a Covent Garden per assistere ai numeri che gli artisti regalano ai passanti: violinisti, acrobati, comici.
  9. Andare a vedere un concerto alla Royal Albert Hall.
  10. Visitare la casa di Denis Severs.
  11. Fare una passeggiata sulla riva del canale a Hammersmith e fermarsi a guardare le gare di canottaggio.
  12. Vedere la città dal “London Eye”.
  13. Visitare Buckingham Palace.
  14. Vedere la cerimonia del “cambio della guardia”.
  15. Farsi una foto con le pubblicità di Piccadilly Circus.
  16. Fare un giro nel mitico bus rosso.
  17. Osserva il Tower Bridge sollevato
  18. Visita il carnevale di Notting Hill.
  19. Goditi un picnic in Hyde Park.
  20. Visita i mercatini più caratteristici della domenica.

queste sono solo alcune cose… che puoi fare in questa splendida città!

La casa delle farfalle – Viagrande (CT)

Share

La casa delle farfalle di Monteserra si trova a Viagrande (CT). Suddivideremo questa breve guida in:

  • dove si trova
  • Come raggiungerla
  • galleria fotografica

 

Dove si trova:

Via Umberto I, 244, 95029 Viagrande CT, Italia

 

 

Come raggiungerci:

A metà strada fra mare e montagna, ad appena 1 km dal centro di Viagrande (CT), il Parco è facilmente raggiungibile da tutte le direzioni:

  • dall’autostrada A18 Messina/Catania uscita Acireale
  • dalla tangenziale Ovest – uscita Paesi Etnei
  • da Catania, seguendo la strada provinciale per Zafferana.

Una volta giunti a Viagrande, saranno visibili le indicazioni per il Parco Monte Serra o la Casa delle Farfalle, ingresso via Umberto, dopo il civico n. 244

 

Per maggiori info e dettagli accurati ecco il sito web della struttura [clicca qui]

 

 

ed ecco la galleria fotografica della mia visita alla struttura

1 2 3